Birra Artigianale Titanum

Le birre artigianali Titanum sono prodotte in Belgio dalla ricetta tutta italiana del master BierSommelier Gilberto Acciaio.
Prodotta artigianalmente da un Mastro Birraio Belga, è una birra non filtrata, rifermentata in bottiglia.

Corso Beer Taster

birra-artigianale-belga-titanum-6

Birra Titanum 6

Provenienza: Belgio
Tipologia: Belgian Pale ale
Gradazione:
Colore: Oro carico
Aroma: Fruttato con note di pesca
Metodo di produzione: Alta fermentazione

Abbinamenti: frutti di mare, insalate, ma soprattutto come aperitivo

Questa birra viene dedicata a due dei tre luppoli più pregiati al mondo, di origine americana: l’imperioso Moesaic dalle note erbacee molto marcate e dall’elegante Simcoe, che conferisce alla birra delle note fruttate molto intense di pesca ed essenze floreali. Il fascinoso e ruffiano malto Pilsen di origine tedesca dona a questa birra un carattere unico e trasforma la sua degustazione in un’esperienza indimenticabile.

Birra artigianale Belga Titanum 8

Birra Titanum 8

Provenienza: Belgio
Tipologia: Belgian Triple
Gradazione:
Colore: Dorato
Aroma: Agrumato con note erbacee
Metodo di produzione: Alta fermentazione

Abbinamenti: carni bianche, formaggi a pasta semi dura

L’insieme dei due malti Pilsen e Munich, abbinati ai luppoli Tomahawk, Saaz e Citra, conferiscono alla Titanum 8 un equilibrio tra maltato e luppolato. Da subito si evidenziano note agrumate e via via bevendo si apprezzano evanescenti note fruttate con sentori di miele.

Birra artigianale Belga Titanum 10

Birra Titanum 10

Provenienza: Belgio
Tipologia: Belgian Strong Ale
Gradazione: 10°
Colore: Oro Carico
Aroma: Erbaceo con note agrumate
Metodo di produzione: Alta fermentazione

Abbinamenti: carni bianche, pollame, formaggi a pasta dura

Evidenzia un bel color oro carico con riflessi aranciati. Al naso e al palato, Titanum 10 si palese come una birra di notevole importanza in virtù della qualità dei suoi ingredienti. Spiccano il delicato malto Pilsner e due profumati luppoli provenienti dalla Slovenia (Styrian Golding e Styrian Bobek). Il ceppo di lievito usato per la sua produzione è il frutto di una selezione che privilegia aromi insoliti e qualitativi. La sua buona bevibilità e il suo corpo rotondo ma non invasivo ci spiegano il suo 10% di alcool e la sua alta attenuazione in sala di cottura. La sua titolazione alcolica non consente un’accentuata frizzantezza. In bocca, la birra sprigiona la sua poca acidità, ma quando scende in gola il luppolo la fa da padrone. Rilascia un amaro lungo, persistente, ma complessivamente secco. Il suo bilanciamento gustativo risulta ben equilibrato da una carezzevole e delicata parte maltata che si confronta con un finale ricco di sentori amaricanti ed aromatizzanti di luppolo. La sua complessiva eleganza è dovuta al tradizione metodo di alta fermentazione con il quale questa straordinaria birra è prodotta.

 

Torna su