Magners


Quando le mele si sposano con la tradizione

Il sidro, bevanda alcolica derivata dalla fermentazione del succo di mela, era già conosciuta dai popoli celtici ed apprezzata anche dai greci e dai romani ed ebbe una grande diffusione nell’Europa nord-occidentale soprattutto a partire dal Medioevo. Oggi sono le regioni che maggiormente conservano l’eredità culturale degli antichi dominatori celti dell’Europa a coltivare la produzione ed il consumo di questa bevanda. Irlanda, Inghilterra, Galles, Normandia, Bretagna, Asturie, Paesi Baschi, Galizia ma anche la regione di Francoforte sul Meno. Il sidro si ottiene dalla fermentazione naturale del fruttosio contenuto nel succo delle mele ed è quasi sempre prodotto da un blend di dieci, quindici o più varietà di mele diverse che contribuiscono alla ricchezza e alla freschezza del sapore ed alla durata del prodotto. A seconda della lavorazione e delle varietà di mele utilizzate si possono ottenere sidri dolci, secchi o semi secchi, gassati o lisci, con gradazioni alcoliche molto simili a quelle della birra e cioè tra il 3 e l’8 % di alcol in volume.
Consumato alla spina o in bottiglia, il sidro si accompagna magnificamente ai piatti tradizionali dei paesi di produzione ma è anche un ottimo ingrediente per la preparazione di zuppe, marinate, carni e salsicce stufate ed in casseruola, dolci e creme.
Una bevanda che viene da tempi antichi e la cui preparazione richiede tempo e cura. Ed è proprio il rispetto per la parola “Time”, tempo, lo slogan del sidro Magners: il sidro irlandese per eccellenza, prodotto dalla C&C Group a Clonmel nella contea di Tipperary nella Repubblica d’Irlanda.
Il sidro Magners, marchio usato per il sidro di esportazione, è il fiore all’occhiello della produzione di sidro in Irlanda. L’isola di smeraldo è una terra particolarmente vocata per la coltivazione della mela ed è quindi luogo ideale per la lavorazione del sidro. Il Magners è prodotto utilizzando unicamente ingredienti naturali e cioè la miscela del succo fermentato di 17 tipi diversi di mele (Michellin, Dabinett, Bulmer’s Norman, Tremlett’s Bitter, Breakwell Seadling, Taylor’s, Medaille d’Or, Reine des Pommes, Ashton Bitter, Brown Snout etc), gran parte delle quali provengono dagli stessi frutteti WM Magners a Clomnel. C&C Group, inoltre, acquista ogni anno tutta la produzione di mele selezionate della Repubblica d’Irlanda ed una considerevole parte delle produzione di mele dell’Irlanda del Nord.
Le mele utilizzate per il sidro Magners sono quelle da sidro, da cucina e da dessert che vengono sapientemente miscelate per ottenere il blend di gusto, i profumi gli aromi desiderati: le mele da cucina danno l’acidità, le mele da dessert conferiscono profumo e dolcezza, ma sono le mele da sidro a dare il caratteristico aroma e l’amaro dei tannini che contribuisce anche alla conservazione del sidro.
La necessità di utilizzare numerose varietà di mele dipende anche dal fatto che queste ultime hanno tempi diversi di maturazione e di durata all’albero e questo consente ai miscelatori della WM Magners di mantenere un blend di alto standard usufruendo, durante tutta la stagione della raccolta, di numerose varietà di mele fresche.
Seguendo il metodo tradizionale di produzione del sidro Magners – invariato dal 1937 – le diverse varietà di mele vengono lavorate singolarmente e poi miscelate nella fase finale del processo produttivo. Il succo, una volta estratto, viene posto a fermentare, dopo una serie di filtraggi, nei grandi tini (vat) della “Vat house”. La fermentazione del sidro Magners avviene utilizzando i soli lieviti naturali presenti nei tini senza aggiunta di lieviti chimici esterni. Dopo otto settimane di fermentazione, il sidro Magners viene posto a maturare lentamente per un lungo periodo che può arrivare fino a due anni. I vari sidri di base vengono poi attentamente miscelati per ottenere il blend desiderato e il sidro ottenuto viene successivamente filtrato, addizionato di anidride carbonica e quindi imbottigliato in lattine, bottiglie e barili per la spina. L’imbottigliamento del sidro avviene secondo le più moderne tecniche di packaging e prevede rigidi controlli igienici sulle bottiglie e sul prodotto. Ogni ora vengono confezionate ben 36.000 bottiglie o lattine e 200 barilotti di sidro. Il processo di fermentazione, maturazione e imbottigliamento avviene negli stabilimenti di Clomnel, sede originaria della Bulmers Ltd .
Il sidro Magners, complemento di piatti di ispirazione irlandese come l’ottima platessa in salsa al sidro e mele glassate o lo stufato di carne al sidro, è una bevanda molto versatile che facilmente si può abbinare alla nostra cucina per accompagnare crostacei, frutti di mare o baccalà. Si può utilizzare anche per insaporire delle preparazioni a base di pesce, come le sogliole al sidro, oppure semplicemente per accompagnare gustosi piatti di pescato come le capesante: una capasanta carnosa e dal sapore dolciastro ben si sposa al sentore fresco, fruttato e dalla punta amara del sidro. Il sidro Magner si può accostare perfettamente ai formaggi vaccini e caprini delle isole britanniche o normanni ma anche ai tanti formaggi tipici delle diverse regioni italiane. Il sidro è l’unico vero compagno di crêpes e gallettes bretoni di grano saraceno, sia dolci che salate, ed entra nella preparazione di tanti dolci come l’irlandese apple cider cake o il bretone gateau aux cidre et calvados. Bevuto con moderazione può avere benefici effetti per la salute: contiene infatti la stessa quantità di sostanze antiossidanti contenute nel vino e aiuta la digestione.
La GMA srl Import Specialità di Pompei (NA), è importatore e distributore ufficiale per l’Italia del sidro Magners. Il sidro Magners in Italia è distribuito in bottiglie da 33 cl (mela, pera e berry), da una pinta (568 cl, mela e pera) e fusti da 30l (mela).

magners_web